domenica 15 aprile 2007

La famiglia del buon operaio.

Genova 06/02/1940
Tema
La famiglia del buon operaio.
Spettacolo di grande soddisfazione è la famiglia di un operaio, il quale, tutto adopera per il bene della moglie e dei cari figlioli. Il mattino desto prima del sole, dopo aver dato un bacio alla sua cara prole, con la colazione sotto il braccio va a lavorare, sia al porto, o al cantiere, come in un’officina le ore del giorno gli trascorrono velocemente, mescolando ai colpi di mazzuola, oppure allo stridere della sega i pensieri per la cara famiglia. Mentre egli è intento al lavoro non resta in erme la buona moglie, anch’essa vede il levar del sole, intenda ai lavori del focolare fin da quando il piede il pavimento ha toccato. Quando l’ora della scuola s’è avvicinata per il primogenito, con posa gentile e con il cuore che gli palpita sveglia il caro fanciullo stampandogli il bacio mattutino sulla fronte; esso parte; in casa ormai tutto è in ordine e prima di pensare per l’alimentazione giornaliera, tutta lieta e canterellando una ninna nanna, si reca alla culla dove una paffutella bimbetta dorme soavemente, essa la sveglia, e dopo di averla alimentata del suo stesso sangue, gli cambia i vestitini, dopo di ciò con gioia indicibile abbandona l’amato luogo.Viene finalmente la sera, mentre sul tavolo è pronta la minestra fumante, il bimbetto legge il sillabario, la mamma con la cara bimba sulle braccia passeggia per la camera aspettando il caro marito; il sospirato tic tac finalmente giunge alla porta, lei apre e l’uomo fa l’ingresso con soddisfazione indicibile, si leva il berretto e piglia fra le braccia la cara bimba, mentre regola al maschietto qualche cosa di dolce…. Fatto ciò, soddisfatto dall’accaduto del giorno, si siede alla rustica tavola mangiando la buona cena, quando ha cenato fuma una sigaretta discorrendo con la moglie di affari di famiglia, dei fatti successi in giornata ecc.. .. Quando la stanchezza sopravviene il suo caldo letto è il suo luogo di riposo preferito da dove si alza all’indomani completamente ristabilito.
Monti Vincenzo.

Nessun commento: